VILLA A CAGLIARI

CAGLIARI, ITALIA
L’edificio è situato alla sommità del Colle di Bonaria a Cagliari al margine della piazza che separa l’omonima basilica dal parco pubblico che scende verso il porto turistico. Per la posizione particolare e dominante la casa è nel contempo un punto di osservazione privilegiato rispetto la città e il mare e un punto di riferimento per chi dal mare guarda il colle.
L’area di intervento si trova nei pressi di alcune emergenze di pregio ambientale e storico, in primis il Naviglio Grande e l’antica chiesa di San Cristoforo, oltre alla cascina Campagnola e alla Canottieri San Cristoforo. A differenza di buona parte degli interventi presentati in questo volume, il progetto si situa al di fuori dell’area storica della città e costituisce, per questi motivi, l’occasione per i progettisti di esprimersi in un contesto libero da molti vincoli, focalizzandosi su temi tipicamente contemporanei.
Il progetto residenziale prevede la realizzazione di un edificio a corte capace di garantire la necessaria privacy e riservatezza, pur mantenendo una stretta relazione con il contesto circostante. Istanze queste da cui deriva il diverso trattamento dei prospetti sulla corte interna e di quelli rivolti verso lo spazio urbano. L’edificio si insedia infatti in uno spazio aperto caratterizzato da una forte presenza di verde ed è votato a un’importante efficienza energetica.
In questo contesto, esso si trova inoltre a giocare un ruolo cardine nel passaggio dal tessuto fittamente edificato della città a uno spazio più aperto e frammentato, in cui il verde costituisce l’elemento unificante. Questo muro è un’architettura a sé: costruito in blocchi di basalto grezzi posati a secco con una tessitura che ricorda quella dei muri agricoli che suddividono i poderi sardi. Il nero del basalto contrasta con il marmo bianco di Orosei della casa in un mutuo rapporto di valorizzazione, accentuato anche dalla diversità della posa. I primi sono infatti connotati da una trama di logge e, dunque, di vuoti che scavano le facciate, mentre i fronti esterni si configurano secondo la ritmica irregolare di balconi fittamente piantumati, anche da alberi ad alto fusto utilizzati come barriera acustica e contro l’inquinamento atmosferico.
DISEGNI TECNICI
CREDITI
ANNO: 2001-2002
LUOGO: Cagliari, Sardegna
TIPOLOGIA: Residenziale
CLIENTE: Committente privato
INTERIOR DESIGN: Andrea Truglio
Italia, Cagliari

Residenziale
CERCA